BRUNO BEARZI NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE FIGISC

BRUNO BEARZI NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE FIGISC

L’Assemblea Nazionale della FIGISC CONFCOMMERCIO, che si è riunita a Milano in data 17 dicembre 2018, sotto la Presidenza di Luca SQUERI, all’unanimità e per acclamazione, ha eletto i nuovi organi statutari per il quadriennio 2018-2022, ed il nuovo Presidente Nazionale.

Al termine dei lavori, ai quali ha presenziato anche il Presidente Nazionale di ANISA CONFCOMMERCIO, Stefano CANTARELLI,  il Presidente Nazionale di CONFCOMMERCIO, Carlo SANGALLI, ha rivolto ai partecipanti un caloroso indirizzo di saluto e di attivo sostegno.

BRUNO BEARZI, subentra così a Maurizio Micheli, Presidente Nazionale dal 21 giugno 2013 al 17 dicembre 2018.

Friulano, classe 1959, sposato con due figli, uno dei quali collabora nell’attività di famiglia. Da oltre trentacinque anni impegnato nell’attività sindacale a tutela della Categoria,  ha fatto “gavetta” dapprima come rappresentante mandamentale per l’Alto Friuli, assumendo in seguito, prima la Vicepresidenza e successivamente la Presidenza provinciale. Nel 2005 viene designato Consigliere Nazionale della Federazione,  ed In seguito, componente effettivo della Giunta con delega di rappresentanza nazionale di colore di Esso Italia. Ricopre tuttora, per effetto delle regole statutarie, le cariche di Presidente Provinciale di Udine e Presidente Regionale FVG.

I nuovi organi statutari, pertanto, risultano eletti con la seguente configurazione:

Presidente Nazionale: BEARZI BRUNO

Vice Presidente Vicario: MICHELI Alessandro

Vice Presidenti:

CASTELLANA Paolo

GUGLIELMI Giulio

MARONI Maria Daniela

MOSELLA Vincenzo

PEDÀ Antonino

SQUERI Luca

Consiglieri:

BAGGIO WALTER Domenico – Vicenza

BARATTA Massimo – Avellino

BARBANO Pierluigi – Alessandria

BETTOLI Luigi – Bergamo

BINDO Giampiero – Cagliari

BURATTO Carlo – Belluno

CASOLO Ivano Luigi Angelo -Milano

CIMINI Roberto – Campobasso

CRISPO Edoardo – Salerno

DI BENEDETTO Riccardo Alfonso – Agrigento

DI CAPUA Giacomo – Milano

DI SIMONE Luciano – Pescara

FONTANA Sebastiano – Siracusa

FUMAGALLI Paolo – Milano

ELIA Giuseppe – Milano

GALLI Agnese – Milano

GARAU Salvatore – Cagliari

IODICE Pasquale – Napoli

LA ROCCA Gaetano – Napoli

MICHELI Maurizio – Roma

MILIGHETTI Marino – Arezzo

MORA Renato – Bergamo

NOCERINO Giovanni – Napoli

PALMIERI Antonio – Caserta

PEDÀ Giuseppe – Reggio Calabria

PEZZUTO Vincenzo – Milano

REBAGLIATI Enrico – Savona

RICCIO Francesco – Bologna

RUOCCO Euro – Napoli

SCARANELLO Sante – Bari

TASINATO FRASSON Franca – Mantova

TRAVISANO Antonio – Milano

VICENTINI Walter – Genova

VOLPATO EUGENIO Giuseppe – Vicenza

ZIGNANI Maria Letizia – Forlì-Cesena.

Il nuovo Presidente dopo l’assunzione della carica ha proceduto alla conferma e designazione del Comitato di Presidenza, che risulta così composto:

BARBANO Luigi

CASOLO Ivano Luigi Angelo

CASTELLANA Paolo

GARAU Salvatore

GUGLIELMI Giulio

LA ROCCA Gaetano

MARONI Maria Daniela

MICHELI Alessandro

MOSELLA Vincenzo

PEDÀ Antonino

SQUERI Luca

VOLPATO Eugenio.

Al Comitato di Presidenza partecipano altresì i componenti della Segreteria Nazionale, quale integrata dal Presidente con la nomina di un terzo Vice Segretario, e che risulta così composta:

UNITI Paolo – Segretario Nazionale Generale

BARIONI Antonio – Vice Segretario

BURANI Claudio – Vice Segretario

DI BELLONIA Gianfranco – Vice Segretario.

Nell’assumere la carica di Presidente, Bruno Bearzi ha premesso che «programmi, idee e lavoro, li dovremo stabilire insieme, chiarendo anche però che preferisco che ci mettiamo a lavorare il prima possibile. Per cominciare a fare un tanto preferisco dirlo da subito – serve una squadra motivata e determinata» aggiungendo che «chiusa questa fase assembleare, è opportuno che si proceda con massima sollecitudine ad affrontare un franco, approfondito dibattito al nostro interno sui contenuti della nostra azione sindacale, un passaggio fondamentale per affrontare con un soddisfacente grado di chiarezza già sui temi in corso (ma non solo) il rapporto sia con le altre componenti della categoria, che con le controparti e le istituzioni, sia la necessità di rafforzare il rapporto con gli associati ed il territorio».